Speed Queen. Il segreto del suo successo

speed queen

La leadership mondiale del brand americano nel settore delle lavanderie a gettoni ha i suoi asset più importanti in una storia contraddistinta dall’innovazione costante, nella qualità e nella durata dei prodotti.

Per raccontare la storia di Speed Queen occorre tornare agli albori del XXI secolo negli Stati Uniti, precisamente al 1908 quando Joe Barlow e John Seelig, proprietari di un negozio di ferramenta a Ripon, in Wisconsin, acquistano diverse lavatrici manuali da un’azienda di Kansas City, nel Missouri. Dopo averle testate, mettono a punto una soluzione per aumentarne l’efficienza. Successivamente acquistano i diritti di produzione dalla società di Kansas City e danno vita alla Barlow&Seelig Manufacturing. Fino al 1928 vengono prodotte un numero limitato di lavatrici denominate “White Cloud”, anno in cui il marchio diventa Speed Queen.

Innovare, innovare, innovare

La storia di successo di Speed Queen nel mercato delle lavatrici prima e in quello delle lavanderie a gettoni successivamente si è sempre contraddistinto per l’altissimo tasso di innovazione dei suoi prodotti, una peculiarità tipica dei suoi fondatori: nel 1911 Barlow e Seelig realizzano la prima lavatrice con motore elettrico; nel 1915 introducono il primo cestello con movimenti oscillanti. Nel 1922 viene avviata la produzione di lavatrici costruite con vasche in lega di rame e nichel, le prime sul mercato. E nel 1939, Speed Queen sostituisce questa lega con l’acciaio inossidabile che ancora oggi viene utilizzato nelle sue lavatrici.

Durante oltre un secolo di storia, Speed Queen, le innovazioni e le soluzioni tecnologiche e di design rivoluzionarie si sono susseguite senza sosta, superando sempre nuovi limiti prestazionali e di durata nel tempo. L’ultima è la Dynamic Balancing Technology, che combinata con il rivoluzionario design delle alette posizionate all’interno del cestello,  assicurano risultati di lavaggio ancora più eccellenti.

La qualità prima di tutto

In oltre cento anni di storia, Speed Queen ha sempre cercato di identificare i bisogni delle persone per produrre i prodotti migliori capaci di soddisfarli sulla base di un unico valore aziendale: la qualità prima di tutto.

Le lavabiancheria e le asciugatrici Speed Queen sono concepite e costruite infatti per durare più a lungo possibile: la loro affidabilità e durabilità sono il vero segreto del successo del leader mondiale nel settore del laudry professionale.

A differenza di altri brand, le lavatrici e le dryer Speed Queen sono prodotte e testate per resistere 25 anni, un risultato possibile per la scelta di realizzare tutti i componenti in materiali metallici della migliore qualità.

Produzione da sempre americana

L’intero processo produttivo è costantemente sottoposto a durissimi test in laboratorio che simulano potenziali condizioni di stress per verificare e garantire il miglior funzionamento delle lavatrici e delle asciugatrici self service e assicurarne la durata nel tempo.

Da sempre la produzione dei macchinari Speed Queen ha sede nello stabilimento di Ripon, in Wisconsin, che dal 2015 ha raggiunto un’estensione di 106.000 mq, impiegando oltre 1.600 operai dedicati alla produzione di lavatrici e asciugatrici Speed Queen. Al suo interno viene progettata, sviluppata e prodotta tutta la componentistica più delicata.

La storia di Speed Queen in numeri

  • Oltre 100: gli anni di esperienza di Speed Queen nella produzione di lavatrici
  • Oltre 250: i negozi Speed Queen presenti in tutto il mondo
  • 20: i Paesi in cui è presente
  • 000 mq: estensione dello stabilimento produttivo
  • Oltre 1.600: gli operai impiegati nella produzione
  • 25 anni: la durata media delle lavatrici e asciugatrici Speed Queen

 

Speed Queen

Speed Queen produce apparecchiature per lavanderia da più di 100 anni e oggi è il N. 1 al mondo nelle lavanderie self-service.

Alliance Laundry

Alliance Laundry Italy SRL
73, Via Triumplina
25123 Brescia (BS)