Speed Queen: 110 anni di storia…

speed queen

Speed Queen è nata nel 1908 a Ripon, nel Wisconsin (negli Stati Uniti). La società fu fondata da Joe Barlow e John Seelig sotto il nome « Barlow & Seelig Manufacturing ».

Il primo modello Speed Queen si chiamava «White Cloud». L’impresa vendette 13 modelli per un totale di $96. Da allora, Speed Queen ne ha fatta di strada…

Piccola panoramica su una storia di successo!

1911: la Barlow & Seeling Manufacturing migliora i suoi modelli elettrici, li rende più sicuri e produttivi e in seguito commercializza la sua prima lavatrice a motore elettrico.

1915: prima asciugatrice multidirezionale dell’azienda.

1922: la Barlow & Seeling Manufacturing diventa la prima impresa a utilizzare dei tubi in rame e nickel nelle sue attrezzature.

1928: il nome “Speed ​​Queen” viene ufficialmente adottato.

1939: l’acciaio inossidabile diventa il materiale di riferimento per la produzione di macchine Speed Queen. L’acciaio inossidabile è utilizzato ancora oggi per l’elaborazione delle macchine.

1940: più del 60% delle case americane provviste di elettricità possiede una lavatrice elettrica (circa 15 milioni di case). Molte abitazioni hanno anche un’asciugatrice elettrica.

Fino al 1945, il gruppo Speed Queen mette in pausa la produzione di lavatrici domestiche per partecipare allo sforzo bellico. Il dipartimento R&S rimane attivo e lavora nel frattempo all’automatizzazione delle attrezzature.

1960: l’elettrodomestico diventa uno degli oggetti più pubblicizzati: le lavatrici sono al centro del consumo della classe media americana.

1970: più del 40% delle abitazioni italiane possiede una lavatrice domestica. 10 anni più tardi, la percentuale sale al 75%.

1980: i componenti elettronici miniaturizzati hanno dato una nuova dimensione alle macchine domestiche. I modelli sono progettati per consumare meno energia possibile.

1998: Speed Queen si unisce all’Alliance Laundry Systems, il numero uno al mondo per quanto riguarda il lavaggio e le lavanderie industriali. Il gruppo conta circa 2500 impiegati e la maggior parte delle sue infrastrutture si trova sempre a Ripon, in Wisconsin.

2013: Speed Queen stabilisce una partnership con la Breast Cancer Research Foundation® (BCRF) – per sostenere la ricerca per una cura contro il cancro al seno.

2014: lancio del concetto di lavanderia Speed Queen su scala internazionale.

2015: BDT Capital Partners diventa l’azionista principale dell’Alliance Laundry Systems e organizza una campagna contro la violenza domestica. Nel programma sono inclusi una raccolta fondi, delle donazioni di vestiti e l’installazione di una nuova lavatrice in una casa rifugio per donne.

2017: L’Alliance Laundry Systems crea un programma di aiuto finanziario per i proprietari di lavanderie toccati dall’uragano Irma.

Nello stesso anno, Speed Queen riceve il Women Choice Award  per il quarto anno consecutivo grazie all’affidabilità delle sue macchine e alla trasparenza che ha con i consumatori.

Durante tutti i suoi 110 anni di storia, Speed Queen ha conseguito due obiettivi: fabbricare le migliori lavatrici al mondo e servire le comunità grazie alle quali si è evoluto il marchio.

Speed Queen

Speed Queen produce apparecchiature per lavanderia da più di 100 anni e oggi è il N. 1 al mondo nelle lavanderie self-service.

Alliance Laundry

Alliance Laundry Italy SRL
73, Via Triumplina
25123 Brescia (BS)